Sfere e mongolfiere gonfiabili

Sotto questo nome raggruppiamo vari tipi di gonfiabili, dalle tradizionali sagome a forma di mongolfiera agli sgargianti ed imponenti palloni giganti. Molti si chiedono il perché di un pallone gonfiabile. Principalmente i motivi sono la rapidità di installazione, il ridottissimo ingombro quando sgonfio e l'eccezionale visibilità.

Che cos'è un pallone gonfiabile ?

Innanzitutto si tratta di un gonfiabile, ovvero una struttura pressostatica più o meno pesante gonfiata grazie ad un potente soffiatore elettrico. Il motore soffiatore aspira aria dall'esterno e la spinge all'interno del gonfiabile, assicurando una pressione d'aria interna adeguata a mantenere la forma del gonfiabile. Si tratta quindi di una struttura non rigida che può essere gonfiata e restare gonfia solo grazie alla costante pressione d'aria interna che il soffiatore assicura. La sagoma sferica o a mongolfiera viene scelta dal cliente, queste sono le forme più tipiche per contesti fieristici, sportivi e di manifestazioni in genere, ove è necessario "catturare" lo sguardo del pubblico in modo efficace e versatile allo stesso tempo.

Un pallone gonfiabile vola ?

No, un pallone gonfiabile, a forma di sfera o mongolfiera, non può assolutamente volare, poiché è gonfiato ad aria. Il gonfiabile è sostanzialmente una sacca di tessuto chiusa, mantenuta gonfia dalla pressione interna assicurata dal motore soffiatore elettrico. Anche se la sagoma assomiglia ad una mongolfiera ad aria calda, in realtà si tratta di di un pallone gonfiato ad aria fredda, la quale non può sviluppare alcuna spinta aerostatica verso l'alto e non è in grado di sollevare il pallone.

Come fa una mongolfiera gonfiabile a mantenersi dritta ?

Altra domanda che molto spesso ci viene fatta è come una sagoma a forma di sfera o mongolfiera gonfiabile riesca a restare verticale. La risposta è semplice: il pallone inizialmente viene gonfiato lasciandolo "sdraiato" su un lato, successivamente, con l'aiuto di due o più operatori, il pallone viene messo in posizione verticale e quindi viene ancorato su più punti in maniera radiale. In questa operazione vengono impiegati dei tensionatori, ovvero delle funi di ancoraggio a fettuccia di altissima resistenza alla trazione, che vengono fissate saldamente al suolo o ad altre strutture stabili.

Ma il soffiatore elettrico resta sempre acceso ?

Sì, il soffiatore deve restare sempre acceso, perché assicura una costante pressione interna al gonfiabile, indispensabile per vincere il peso del tessuto che tende ovviamente a schiacciarsi, e per far assumere al gonfiabile la forma richiesta. Questo significa che se si interrompe la corrente elettrica al motore soffiatore, il gonfiabile si sgonfia, più o meno velocemente in base alla tipologia di realizzazione.

Il soffiatore elettrico è esterno oppure interno al gonfiabile ?

La collocazione del soffiatore può essere interna al gonfiabile (da noi denominato "soffiatore affogato" nel gonfiabile) oppure Motore soffiatore esterna con opportuna scatola di rivestimento ed insonorizzazione. TecnoFly 2008 Srl predilige la soluzione interna perché è meno ingombrante, più elegante, pratica, e già insonorizzata. Come mostrato nella figura accanto, solo la bocca d'aspirazione esce dal gonfiabile, quindi questo sistema è molto pratico in quanto permette di non occupare altro spazio all'esterno del gonfiabile. Altri produttori invece adottano la tipologia esterna, utilizzando speciali soffiatori racchiusi in scatole di materiale plastico che oltre a proteggere il motore assicurano la giusta insonorizzazione. Nel caso del motore "affogato" la rumorosità del motore viene dissipata internamente al gonfiabile senza l'utilizzo di altri sistemi.

Quanta potenza assorbe un motore soffiatore ?

La potenza assorbita è diversa a seconda del motore utilizzato, che deve essere scelto in base al tipo e alle dimensioni del gonfiabile. Motore soffiatore esterno Il fattore predominate è la pressione interna, che deve essere adatta al peso del gonfiabile, e quindi è diversa a seconda delle dimensioni e del tessuto del gonfiabile. Possiamo dire che per una semplice sfera o mongolfiera di media misura (altezza circa 6 metri) la potenza assorbita è compresa tra i 200 e i 350 Watt. Questi valori sono indicativi, poiché il motore durante la fase di gonfiaggio ha un numero di giri diverso da quando il gonfiabile è gonfio e deve solo essere mantenuto gonfio. Una particolare attenzione va rivolta a quei casi in cui il pallone gonfiabile viene installato in una zona ad alta intensità di vento. L'eccessiva forza del vento infatti deforma il pallone, premendone la superficie, e tende a farlo inclinare. La resistenza del gonfiabile in questi casi particolari è messa a dura prova, poiché la pressione esercitata dal vento sulla superficie esterna è largamente superiore alla pressione interna che il soffiatore riesce a mantenere. In queste circostanze, soprattutto quando questi palloni sono installati su tetti molto esposti al vento, occorre impiegare un motore molto potente, con pressione e portata superiori allo standard usato per le installazioni normali, e questi motori possono raggiungere potenze di 1200 Watt.

Un pallone gonfiabile può gonfiarsi troppo e scoppiare ?

No, un pallone gonfiabile è realizzato per lavorare a determinate pressioni interne. Il motore soffiatore viene scelto in modo adatto alle dimensioni e al tessuto del gonfiabile per cui il prodotto è efficace e sicuro.

Possono essere utilizzati anche in ambienti interni ?

Per ambienti interni si possono usare gonfiabili realizzati con tessuti ignifugi, come il nylon cl.1, disponibile in vari colori. TecnoFly 2008 Srl commercializza solo gonfiabili sicuri, nel rispetto delle normative vigenti.

Quali certificazioni vengono fornite ?

Le certificazioni che vengono sempre fornite a corredo del gonfiabile sono la Conformità CEE, e la certificazione del motore soffiatore 100% italiano. Inoltre TecnoFly 2008 Srl assicura un prodotto 100% italiano, dalla progettazione e taglio dei tessuti, alla cucitura e all'assemblaggio del motore soffiatore.

Come possono essere personalizzati i palloni gonfiabili ?

La personalizzazione di un pallone gonfiabile può avvenire con diversi metodi, a seconda del budget che il cliente desidera investire nel gonfiabile. Queste sono le tre possibili soluzioni che offriamo:

  1. stampa digitale sulla superficie gonfiabile
  2. banner intercambiabile applicato con fascette o velcro sull'equatore medio
  3. applicazione cucita di intaglio laser prespaziato di tessuto monocromatico

Certamente la stampa digitale di un gonfiabile costa di più delle altre Striscione per mongolfiera soluzioni, ma rende non solo il gonfiabile più attraente, ma fine a se stesso, poiché il gonfiabile nasce stampato e non può essere modificato dal punto di vista pubblicitario. La soluzione più versatile, e anche più utilizzata, è quella di ricavare su delle parti del gonfiabile delle aree adibite alla applicazione di banner pubblicitari intercambiabili. Queste aree posso essere l'equatore medio e la base. Ad esempio un gonfiabile a forma di mongolfiera con banner intercambiabile permette di utilizzare la stessa mongolfiera per pubblicizzare diversi eventi semplicemente sostituendo il banner. Il banner, o striscione, avvolge l'intero equatore e non è un semplice striscione come si penserebbe a priori. Certe volte invece è più conveniente cucire direttamente sul gonfiabile la grafica tagliata al plotter laser, il risultato è molto bello, professionale e di grande impatto visivo. In questo caso un tessuto monocromatico viene prima opportunatamente tagliato al banco laser, quindi incollato con biadesivo forte ed infine cucito con macchina tris-tris.

E' difficoltoso il trasporto di un pallone gonfiabile ?

Certamente la facilità di trasporto dipende dalle dimensioni del gonfiabile, maggiore è la dimensione e maggiore sarà il peso. Tuttavia TecnoFly 2008 Srl ha studiato delle speciali sacche raccoglitrici, che, a differenza delle comuni sacche di trasporto, prima "avvolgono" il gonfiabile, sgonfio e piegato, poi si stringono con appositi tensionatori che riducono sensibilmente il volume totale della sacca. Questo è un punto fondamentale che non tutti i fornitori di gonfiabili vogliono affrontare, trascurando il contenitore del gonfiabile. Invece è importantissimo utilizzare una sacca speciale come le nostre, sia per il trasporto che per lo stoccaggio del gonfiabile.

Come è possibile ordinare un pallone gonfiabile ?

Ordinare il vostro gonfiabile è semplice. Inviateci una e-mail a info@tecnofly2008.com descrivendo il più dettagliatamente possibile la forma, prendendo spunto ad esempio dalla nostra galleria fotografica. Oppure inviateci un disegno, anche fatto a mano, descrivendoci i particolari di vostro interesse, il nostro personale tecnico saprà consigliarvi al meglio la giusta tipologia di gonfiabile che più vi piacerà. Siamo a vostra disposizione per realizzare il pallone su misura.

Requisiti grafici e colori dei tessuti

I gonfiabili ad aria fredda sono costruiti generalmente con colori vivaci che tendono ad attirare l’attenzione e ne amplificano la visibilità. Un gonfiabile pubblicitario è già uno straordinario strumento pubblicitario che attrae notevolmente l'attenzione del pubblico, se a questo si aggiungono dei colori sgargianti e che risaltano il brand che si vuole pubblicizzare, allora il risultato finale è un successo garantito. Molto spesso i gonfiabili pubblicitari sono costruiti con tessuti con colori di base (il tessuto viene "tinto in filo"), nel senso che è ovviamente prioritario realizzare un gonfiabile con un tessuto già del colore che si avvicina il più possibile alla richiesta del cliente. Tuttavia è possibile realizzare gonfiabili pubblicitari esattamente della tonalità del colore richiesto, soprattutto in quei casi in cui il brand è importante e sussiste il bisogno di riprodurre proprio il colore originale (ad esempio il rosso Coca-Cola). Questo è possibile stampando con tecnica digitale (sublimazione di inchiostro da carta transfer con colori brillanti) direttamente sul tessuto ottenendo in tal modo ogni tipo di sfumatura e tonalità, per una perfetta e fedele riproduzione dell’oggetto che si desidera "ingrandire". Ricordiamo che quando si stampa un tessuto con la tecnica digitale, si utilizzano in origine bobine di tessuto di colore bianco, poichè non è possibile stampare in digitale su tessuti già colorati (o meglio è possibile, ma il risultato finale sarebbe certamente non presentabile). Per la realizzazione grafica di un gonfiabile pubblicitario, nelle prime fasi di analisi del progetto, si preferiscono file grafici in formato vettoriale in quanto possono essere ridimensionati senza perdita della qualità e senza nessuna possibilità di "sgranare" il file. I sofware più utilizzati per l’elaborazione dei file in formato vettoriale sono Adobe Illustrator, Freehand e Corel Draw, mentre i formati dei file vettoriali possono essere con estensione ai, eps, pdf, cdr rigorosamente con tutti i font convertiti in curve! Questo particolare dei font (caratteri della scritta) è fondamentale poiché non sempre si dispone del carattere che il cliente ha usato per la realizzazione della scritta, quindi richiediamo che sia convertito in curve (con una semplicissima funzione del programma con cui si è realizzato il file). I file raster possono essere utilizzati solo per la stampa digitale, ma devono essere di un formato effettivamente stampabile, poiché se la risoluzione è troppo bassa non generano buoni risultati. I tipici programmi utilizzati per la rasterizzazione dei file sono Photoshop e Paintshop Pro, con i quali si generano file del tipo jpg, tif, psd. Per i file raster, in caso di ordine di un gonfiabile, controlleremo prima a monitor l'effettiva resa e l'apprezzabilità. Per quanto riguarda il tessuto, i nostri gonfiabili pubblicitari possono essere realizzati con due tipi di materiali, entrambi resistenti, ma diversi tra loro. Principalmente per ragioni di peso complessivo del gonfiabile, il materiale più utilizzato è il poliestere "spalmato ed ignifugato" . Si tratta di un tessuto di poliestere dal lato interno rivestito con uno strato di resina ignifuga che rende il tessuto originale a tenuta d'aria e allo stesso tempo resistente al fuoco con classe di ignifugità 1. Il poliestere trattato da noi è realizzato in Italia, ed è uno tra i migliori in commercio in Europa adottato da molte aziende fabbricanti di gonfiabili. Gonfiabili realizzati in nylon ? Assolutamente non li facciamo, per ragioni di qualità nettamente inferiore al poliestere. I tessuti di nylon sono più economici, ma non resistono alle intemperie come resiste un tessuto di poliestere. Non sempre è facile distinguere i due tessuti tra loro, ma una cosa è certa, un gonfiabile realizzato in poliestere spalmato è sicuramente un prodotto migliore rispetto allo stesso gonfiabile realizzato in nylon. Possiamo realizzare gonfiabili in 24 colori diversi di tessuto di poliestere. Il nostro tessuto è un POLYESTER 500/500 4PU. Il secondo materiale con cui possiamo realizzare i gonfiabili, è il PVC, in diverse grammature e colori. Il PVC non è un tessuto, ma un laminato e non necessita di una spalmatura interna per trattenere l'aria. E' raro realizzare gonfiabili in laminato di PVC, poichè il peso complessivo è maggiore rispetto al poliestere, eppoi anche la facilità con cui si può ripiegare il gonfiabile è notevolmente ridotta, se si usa il PVC. Il PVC è molto più resistente del poliestere e più costoso per la difficoltà di lavorazione. Tuttavia possiamo realizzarli anche in questo materiale, per quei clienti che lo desiderano. Per eventuali chiarimenti siamo a vostra completa disposizione rispondendo allo 0564-451820 oppure via e-mail: info@tecnofly2008.com, oppure mail@maremmafly.com.